fbpx

Tendinopatia del Tendine d’Achille

Ortopedia > Chrurgia del piede e della Caviglia

La moderna medicina rigenerativa offre il vantaggio di trattare la tendinopatia achillea grazie alle terapie biologiche infiltrative. Presso la Clinica Parioli vengono effettuate terapie rigenerative che prevedono l’utilizzo di PRP (gel piastrinico) o LIPOGEMS ricco di cellule staminali con effetto rigenerativo.

TENDINOPATIA DEL TENDINE D’ACHILLE

TENDINOPATIA DEGENERATIVA DEL TENDINE D’ACHILLE

La tendinopatia Achillea consiste in un cambiamento degenerativo del tessuto che costituisce il tendine, che a lungo andare diventa più fragile e perde tonicità.

fattori predisponenti della tendinopatia Achillea sono:

  • sovraccarico funzionale
  • terreni d’allenamento troppo duri
  • calzature non adeguate
  • cattive abitudini di allenamento
  • alterazioni posturali

Altri fattori predisponenti sono l’avanzare dell’età, il sovrappeso, il diabete, l’iperpronazione del piede.

SINTOMI E DIAGNOSI

La sintomatologia è caratterizzata da talalgia, dolore sordo lungo la porzione posteriore del tendine verso il calcagno.

A volte il tendine può apparire tumefatto ed edematoso.

La risonanza magnetica è l’esame che permette di chiarire la tipologia e l’entità della patologia; la radiografia non è di routine, ma può rivelare presenze di calcificazioni o ossificazioni all’interno del tendine nonché formazioni anomale.

MEDICINA RIGENERATIVA

Oggi, è possibile trattare la tendinopatia achillea grazie alla moderna medicina rigenerativa che si avvale di terapie biologiche infiltrative.

Abbiamo la possibilità di utilizzare il PRP che si forma centrifugando un piccolo quantitativo di sangue dal paziente o il LIPOGEMS che si ottiene prelevando il tessuto adiposo del paziente che risulta ricco di cellule staminali con effetto rigenerativo.

TRATTAMENTO CHIRURGICO

Il trattamento chirurgico con tecnica mininvasiva prevede di eseguire quattro o sei buchini di 2 mm nella regione in cui il tendine è più degenerato per incrementare la vascolarizzazione locale e stimolare la guarigione.

In presenza di una retrazione del tendine di Achille è indicato effettuare un allungamento tendineo per evitare che il tendine continui a degenerarsi ed eliminare il rischio di rotture del tendine.

L’allungamento viene effettuato per via endoscopica e permette di ridurre la tensione del tendine d’Achille e aumentare il movimento della caviglia.