Torna alla Home

News

Ti trovi in: Home  »  Colonproctologia  »  Ambulatorio di colonproctologia  »  Stipsi
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Stipsi

diagnosi e terapia

Si definisce stipsi una condizione dell'alvo caratterizzata dalla emissione, con difficoltà e con frequenza ridotta, di feci secche e di piccolo volume. Il concetto di stipsi varia a seconda delle caratteristiche generali e dal tipo di alimentazione della popolazione: un ridotto numero di evacuazioni settimanali per le nostre nazioni industrializzate deve intendersi inferiore a 3.

Questa condizione si accompagna alla difficoltà nella defecazione intesa come uno sforzo nella emissione delle feci, con senso di ripienezza rettale postevacuativo e di defecazione incompleta e con l' emissione di feci piccole, dure scure e disidratate con contenuto idrico < al 30 % e con peso molto basso (< 50 gr.), le cosiddette feci caprine.

Si possono distinguere due tipi di stipsi:

a) stipsi da cause organiche o secondaria, dovuta a patologie colo-retto-anali, di tipo neurologico e psichiatrico e sistemiche.
b) stipsi da cause non organiche (dietetiche, psichiche o motorie): la cosiddetta stipsi idiopatica o primitiva.

STIPSI ORGANICA

La stipsi da patologia colo-retto-anale può essere secondaria a ostruzione organica del colon dovuta ad una patologia extraluminale, cioè ad una patologia che si sviluppa all'esterno del lume intestinale, come tumori in altri organi addominali, presenza di una ernia, di una invaginazione o di briglie aderenziali che possono comprimere od inglobare il colon restringendone il lume ed ostacolando il passaggio delle feci.

Tra le cause di una ostruzione intraluminale, cioè a partenza dall' interno del colon, si includono alcune malattie infettive tra cui la tubercolosi e importanti malattie infiammatorie croniche intestinali che possono portare ad ostruzione o stenosi (restringimento) per la formazione di vere e proprie masse intestinali. Anche tumori o grossi polipi possono impedire il passaggio delle feci.

Un' altra causa si stipsi organica è rappresentata dalla patologia della parete intestinale come in caso di diverticolosi .

Sono infine da ricordare tutte le lesioni anorettali (prolasso rettale, emorroidi, tumori, ragadi, ascessi e fistole) che, determinando ingombro del canale anale, oppure provocando dolore, portano ad una riduzione dello stimolo evacuativo con conseguente stipsi.

La stipsi di tipo neurologico e psichiatrico:
I traumi, i tumori ed i processi degenerativi se interessano i neuroni motori del midollo spinale possono provocare stipsi; in particolar modo ci si riferisce a pazienti colpiti da sclerosi a placche, morbo di Parkinson e tumori del cervello. Per quanto riguarda le turbe psichiche occorre distinguere tra quelle meno gravi come ad esempio l'anoressia nervosa, dalle vere e proprie forme psichiatriche coma la schizofrenia e la paranoia.

La stipsi di origine sistemica: Può essere indotta da farmaci ad azione costipante (antispastici, analgesici, sedativi). Paradossalmente gli stessi lassativi, se usati continuamente, non riescono a normalizzare la defecazione e sono spesso causa di effetti collaterali. La stipsi sistemica può essere secondaria a dovuta alle patologie endocrine come l' ipotiroidismo o il diabete.


Chiedi informazioni Stampa la pagina